Archivi tag: angelo melillo

REPORT SULLA XII EDIZIONE DI FALANGHINA FELIX

news-falanghina_felix_1

 

 

 

 

Si è conclusa la manifestazione Falanghina Felix  che rappresenta sicuramente il più importante appuntamento per la promozione del vitigno Falanghina nel panorama vitivinicolo regionale e nazionale”.

E’ tempo di fare un bilancio  sulla XII edizione di ‘Falanghina Felix‘, rassegna regionale dei vini da uve Falanghina organizzata dalla Camera di Commercio di Benevento tramite la propria azienda speciale Valisannio, con la partecipazione della Provincia di Benevento, della Regione Campania – Stapa Cepica di Benevento e del Comune di Sant’Agata dei Goti. Continua a leggere

Annunci

2 commenti

Archiviato in Altro

EREDITARE UN VIGNETO

viticoltore

 Un amico che lavora come dipendente statale ha ricevuto in eredità un vigneto di  2 ettari, ebbene vorrebbe sapere come comportarsi ai fini fiscali. 

 Come dipendente a tempo pieno non potrà essere ne’ un coltivatore diretto ne’ un imprenditore agricolo professionale (iap) in quanto gli mancherebbe il requisito del tempo dedicato all’attività agricola; potrà però tranquillamente essere un imprenditore agricolo (semplice) ai sensi dell’art. 2135 c.c..  Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Altro

PIANTARE PRESSO IL CONFINE DEL FONDO

piantareConviene rispettare i limiti imposti dal Codice Civile onde evitare contestazioni da parte dei confinanti, in più vi è un risvolto molto importante: Se per negligenza o per superficialità il vostro vicino arrecasse danno alle vostre piante, piantate secondo norma, avreste diritto ad un risarcimento danni.

 Vediamo un pò, chi vuol piantare alberi presso il confine deve osservare le distanze stabilite dai regolamenti e, in mancanza, dagli usi locali. Se gli uni e gli altri non dispongono, devono essere osservate le seguenti distanze dal confine: Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Altro

HABEMUS NOMEN

barbera.Finalmente ci libereremo di un nome “ingombrante”:  Barbera“,stiamo parlando del nostro vino sannita, la Doc Sannio Barbera;  sicuramente il vitigno è lo stesso che si alleva in Piemonte, ma dopo qualche secolo uno stesso vitigno, allevato in un territorio diverso  diventa un’ altra cosa, altre connotazioni, perchè il “terroir”, che include anche l’uomo inteso come vitivinicoltore, ne ha determinato nuove caratteristiche.

Non è un caso che molti esperti di enologia affermano che dopo un paio di secoli di coltivazione di un vitigno alloctono, questo possa essere considerato autoctono di quel territorio. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Altro

IL decalogo di chi ama il vino

In giro ci sono appassionati di vino che si prendono troppo sul serio, quindi un invito a riflettere per chi, inconsapevolmente, sta correndo questo rischio. Quando cominciate a sparare sentenze definitive con aria tronfia e sopracciglia alzate, oppure fate  disquisizioni sul sentore di grafite nella nuova annata di Sassicaia con un tassista benevolo o consigliate uno Champagne metodo solera a vostra mamma che deve invitare gli zii a cena, Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Altro

CALICI DI STELLE A SANTARCANGELO DI ROMAGNA

Insieme all’amico fraterno Antonio Follo abbiamo partecipato all’evento “Calici di Stelle ” come Wine Trainer Sommelier per il Consorzio Samnium. Una due giorni davvero piacevole: organizzazione professionale, cittadina molto bella e ben tenuta, abitanti sempre disponibili e dai larghi sorrisi, non è un caso che quì sia nato Tonino Guerra, icona dell’ottimismo.

I nostri vini sono stati apprezzati in modo incondizionato, dalla Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Altro

FONTANAVECCHIA: UNA PRODUZIONE ” IN ROSA”

 Vi parlo di una cantina che anno dopo anno  è riuscita a ritagliarsi uno spazio importante  nell’enologia nazionale e rappresenta un’apripista ed un riferimento per le altre realtà produttive enologiche della provincia di Benevento.La passione di un’azienda per l’Aglianico e la Falanghina, vitigni che in questo angolo di Campania godono di un’alta vocazione, una tradizione familiare centenaria, il cambio generazionale, il talento e la passione contadina; sono questi gli ingredienti dei vini Fontanavecchia.

Ai vitigni autoctoni, ovvero alla falanghina e all’aglianico del Taburno, viene dedicata una cura particolare che li conferma come i più importanti produttori del territorio e grazie ai quali si ottengono etichette dalla spiccata personalità. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Altro, Il vino del mese