Archivi tag: Aglianico del taburno

AGLIANICO del TABURNO VENDEMMIA 2013

 

 

Riportando un punteggio di 87/100, la vendemmia 2013 dell’Aglianico del Taburno Docg (Denominazione di origine controllata e garantita) si attesta come un’ottima annata. E’ questo il giudizio emerso dal rating organizzato dal Sannio Consorzio Tutela Vini, che con quest’iniziativa da tre anni affida, ad autorevoli professionisti specializzati, il compito di valutare le vendemmie delle denominazioni di origine sannite, allo scopo di creare una banca dati tale da identificarne le specificità su base pluriennale, uno strumento ricco d’informazioni tecniche ed edonistiche a disposizione delle aziende che producono sul territorio e dei consumatori che hanno bisogno di conoscerlo.

A valutare il profilo qualitativo della vendemmia 2013 dell’Aglianico del Taburno Docg sono stati i professionisti di Assoenologi Campania: dieci enologi – esperti di tale tipologia di vino, con conoscenza profonda del territorio – che hanno svolto un’attenta degustazione sotto lo sguardo interessato dei ragazzi dell’Istituto agrario ‘Mario Vetrone’ di Piano Cappelle a Benevento. La scuola, che fa parte dell’Istituto d’istruzione superiore ‘Galilei-Vetrone’ guidato da Grazia Pedicini, ha infatti aperto con entusiasmo le proprie porte all’esperienza del rating, con l’obiettivo di stimolare gli scambi relazionali con i professionisti del campo vitivinicolo, offrendo al tempo stesso agli studenti la possibilità di partecipare ad una attività qualificante per la propria crescita formativa.

Le valutazioni sono state effettuate secondo il metodo Union Internationale Des Oenologues su campioni precedentemente anonimizzati. Tale metodo prevede che per valori pari a 100 i vini sono da considerare eccellenti; per valori pari o superiori a 86 i vini sono da considerare ottimi; per valori pari o superiori a 72 sono da considerare buoni. Il punteggio medio generale conseguito è stato di 87/100, facendo così attestare il giudizio qualitativo globale sul valore di ottimo.

Si tratta di un giudizio particolarmente soddisfacente, che migliora il punteggio assegnato alla vendemmia precedente della stessa denominazione, che si attestò sul giudizio di 86/100. Un sensibile miglioramento qualitativo, segnale della sempre maggiore attenzione messa in campo dalle cantine sannite, anche in considerazione del fatto che per la provincia di Benevento quella del 2013 è passata agli archivi come una stagione segnata da un andamento climatico piuttosto anomalo. Nel complesso è stata una vendemmia non semplice, ricca di eterogeneità, con un elevato livello qualitativo raggiunto solo dove è stato fatto un attento e scrupoloso lavoro in vigna. Il risultato ottenuto è dunque frutto soprattutto di un’attenta gestione delle vigne, con la varietà che è stata raccolta nelle tempistiche classiche, cosa che non si verificava da un po’ di anni. Ne sono emersi vini caratterizzati da elevati livelli di acidità e apprezzabili espressioni aromatiche, con corposità e struttura più snelli, ma con profili distinti per eleganza e finezza. Tutte le valutazioni dei campioni degustati – si legge nella nota riassuntiva firmata dal presidente di Assoenologi Campania, Roberto Di Meo – hanno riportato giudizi rimarcanti una tonalità molto viva del colore, piacevoli note di frutti rossi e viola nel profilo olfattivo, freschezza, scorrevolezza e minore concentrazione del solito nel profilo gustativo, in perfetta coerenza con le caratteristiche dell’annata 2013 nell’espressione varietale dell’Aglianico del Taburno.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Altro

LA PROMOZIONE DEL TABURNO

 

 

 

 

Comunicato Stampa
VinoEspresso – Taburno Discovery un viaggio alla scoperta di eccellenze enogastronomiche nel Taburno

Dall’iniziativa di 3 appassionati di moto, cibo e soprattutto vino, nasce l’idea di Vino Espresso.
Lo scopo è quello di far conoscere ed apprezzare un territorio ancora poco conosciuto dal turismo enogastronomico campano, il Taburno. A realizzare l’idea saranno Giovanni, sommelier e biker, lo Chef Daniele Luongo, dalla sua Locanda della Luna in prestito al Taburno, Piera, aspirante sommelier ed eno-appassionata ed il Moto Club Franco Gabrieli.
Lo scenario è il Taburno, con la sua ricchezza gastronomica legata soprattutto alla produzione di formaggi vino, prodotti lattiero-caseari e i suoi tartufi (in collaborazione con Capasso Tartufi). Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Altro

VINESTATE A TORRECUSO

VINESTATE

DAL 2 AL 4 SETTEMBRE TORNA A TORRECUSO (BN) LA RASSEGNA ‘VINESTATE’

ALLA XLII EDIZIONE UNA RIFLESSIONE SULLA VITIVINICOLTURA DEL FUTURO

PER SALVAGUARDARE LE RISORSE AMBIENTALI ED ECONOMICHE

 

Il sindaco Erasmo Cutillo: «Il Taburno, con il fiore all’occhiello dell’aglianico Docg, portavoce di un nuovo modello produttivo che sia capace di  conservare e tutelare la qualità e la produzione dei nostri vini sfruttando le opportunità dell’innovazione»

Dal 2 al 4 settembre torna a Torrecuso (Benevento) l’atteso appuntamento con ‘VinEstate’, la rassegna dedicata all’Aglianico del Taburno, organizzata dal Comitato Vinestate in collaborazione con il Comune di Torrecuso e dell’Associazione Aglianico del Taburno e con il patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Benevento, della Camera di Commercio di Benevento e del Sannio Consorzio Tutela Vini. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Altro

I VINI SANNITI PREMIATI NEL 2015

SANNIO TOPWINES

 

SABATO 19 DICEMBRE A BENEVENTO L’EDIZIONE 2015 DI ‘SANNIOTOPWINES’

ORGANIZZATO DA CONSORZIO SANNIO, COLDIRETTI E CONSERVATORIO

 

Le melodie jazz natalizie per presentare la migliore produzione a Denominazione di Origine della terra sannita premiata da guide e concorsi nel corso del 2015

Il Teatro De Simone ospita sabato 19 dicembre (con inizio alle ore 17.00) l’edizione 2015 di ‘SannioTopWines’, appuntamento che registra la collaborazione del Sannio Consorzio Tutela Vini, del Conservatorio di Musica Nicola Sala e della Coldiretti Benevento. La manifestazione nasce con l’intento di mettere in evidenza, in particolar modo alla comunità e alla stampa locale, i numerosi riconoscimenti che sono stati assegnati ai vini a Denominazione di Origine della terra sannita (la Docg Aglianico del Taburno, le Dop Sannio e Falanghina del Sannio e l’Igp Benevento) da parte delle guide nazionali dedicate ai vini (edizione 2016) e dei più importanti concorsi enologici nazionali e internazionali che si sono svolti nel corso del 2015. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Altro

I VINI SANNITI IN LOMBARDIA

Riceviamo e pubblichiamo

cons

 

 

 

Comunicato stampa del 30 settembre 2015

IL SANNIO CONSORZIO TUTELA VINI PROTAGONISTA IN TERRA LOMBARDA

A MILANO CON GAMBERO ROSSO E A BERGAMO CON ONAV

Nella città dell’Expo presentazione delle etichette a Denominazione di Origine sannite

La poliedricità della Falanghina del Sannio conquista Bergamo.

Il presidente Rillo: “Momenti di valorizzazione e promozione del nostro territorio e delle sue risorse in cui hanno avuto un ruolo importante anche i partner individuati che rappresentano degli attori principali nella comunicazione della cultura enologica” Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Altro

SANNIO CONSORZIO TUTELA VINI: Un altro tassello

consorzio sannio

DAL 18 SETTEMBRE LE FASCETTE DI STATO DELLE DENOMINAZIONI DI ORIGINE SARANNO DISTRIBUITE DIRETTAMENTE DAL ‘SANNIO CONSORZIO TUTELA VINI’

 

La nuova disposizione giunge a seguito della convenzione stipulata

 con la società Agroqualità e approvata dal Ministero delle politiche agricole

Andrà in vigore dal prossimo 18 settembre la delega  al Sannio Consorzio Tutela Vini per la distribuzione delle fascette di Stato relative alle Denominazioni di Origine Aglianico del Taburno, Sannio e Falanghina del Sannio. A partire da tale data le aziende dovranno richiedere le citate fascette – stampate dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato – al Consorzio, a cui competerà anche la funzione di informare in modo dettagliato e tempestivo le aziende interessate circa le modalità di distribuzione delle stesse.

Questa nuova disposizione giunge  in applicazione dell’articolo 5, comma 8, del DM 19 aprile 2011, con cui è stata stipulata una convenzione, approvata dal Ministero delle politiche agricole, tra la società Agroqualità e il Sannio Consorzio Tutela Vini, con cui si delega quest’ultimo  alla gestione, al ritiro e alla distribuzione delle fascette di Stato relative alle citate Denominazioni di Origine.

Si tratta di un nuovo tassello messo a segno dal Consorzio che riveste, ricordiamo, un ruolo fondamentale nello svolgimento delle attività di promozione riguardanti le DO del territorio sannita. A ciò va aggiunto che lo stesso Consorzio è incaricato dell’attività di vigilanza e ha proceduto alla richiesta di iscrizione nell’apposito registro di un agente vigilatore.

Costi e modalità di gestione di questo importante funzione sono stati fissati dal Consiglio di Amministrazione del Consorzio, nella seduta del 14 marzo scorso.  In particolare è stato fissato il costo di cessione delle fascette in 0,01250 euro per quelle adesive e in 0,01150 euro per quelle a colla. Ogni azienda, nel momento in cui ritirerà i contrassegni di Stato presso il Consorzio, per ogni bottiglia prodotta dovrà versare al Consorzio un contributo per l’attività promozionale che lo stesso svolge pari a 0,0200 euro; mentre per ogni bottiglia prodotta dovrà versare al Consorzio un contributo per l’attività di vigilanza erga-omnes che lo stesso svolgerà pari a 0,0020 euro.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Altro, Editoriali

AGLIANICO U’BARONE

 

vino u barone

 

 

 

 

Riprendiamo dopo un pò di tempo le degustazioni dei vini del nostro territorio, Sannita ed Irpino; una Cantina emergente, Torre a Oriente, situata alle falde del Taburno, nel comune di Torrecuso. Produzione di uva ed olio da sempre, con Patrizia Iannella (ultima generazione) la proprietà diventa, nel 2002, una vera Azienda, efficiente e moderna ma con un’occhio sempre rivolto alle tradizioni e al territorio di appartenenza. Vengono ristrutturati i vigneti, si passa dall’allevamento intensivo della vite, sistemata a “tendone”, ad una coltura di qualità fatta di rese basse assicurate dai sistemi a “spalliera”, cordone speronato e guyot. Questo ha garantito all’Azienda di rientrare nei disciplinari di produzione della Docg  Aglianico del Taburno, della Doc Falanghina del Sannio e dell’ Igt Beneventano. Altra data fondamentale nella definizione della struttura aziendale è il 2013, Patrizia sposa Giorgio (Gentilcore, il cognome è tutto un programma!) che porta in “dote” Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Il vino del mese