PIF VITIS

 

 

GIOVEDI’ 15 OTTOBRE A TORRECUSO L’ULTIMO INCONTRO DI ‘PIF INFORMA’

LA CAMPAGNA DI INFORMAZIONE DEDICATA AGLI ATTORI DELLA FILIERA VINO

Un seminario per approfondire attraverso l’illustrazione di casi concreti come

le imprese vitivinicole possano diventare protagoniste di uno ‘Smart Land Sannita’

Cala il sipario sugli incontri proposti da ‘PIF Informa’, la campagna informativa promossa nell’ambito del PIF Vitis, la progettazione avviata nel 2009 e che interessa operatori della filiera vitivinicola beneventana, con il Sannio Consorzio Tutela Vini nel ruolo di capofila del partenariato. L’appuntamento finale è in programma giovedì 15 ottobre, a partire dalle ore 16.00, presso la Scuola del Gusto di Palazzo Cito-Caracciolo a Torrecuso.

‘PIF Informa’ è la campagna di informazione avviata la primavera scorsa e che vede impegnato in prima linea il Formez PA, quale soggetto attuatore della misura 111 per i PIF a titolarità della Regione Campania. Un interessante calendario che ha proposto a tutti gli operatori del comparto una serie di eventi dedicati all’approfondimento e alla riflessione su alcune tematiche che caratterizzano il settore vitivinicolo, il cui filo conduttore è l’innovazione.

L’incontro di Torrecuso, che si inserisce nell’ambito del filone dedicato ai metodi e a agli strumenti dell’accoglienza in azienda, focalizzerà l’attenzione sugli “Smart Land”, ovvero sui quei territori che operano in maniera sostenibile, intelligente ed inclusiva. Uno smart land è in pratica un territorio nel quale azioni diffuse e condivise accrescono la competitività e l’attrattività, prestando attenzione alla coesione sociale, alla diffusione della conoscenza, alla crescita creativa, all’accessibilità ed alla fruibilità dell’ambiente, oltre che alla qualità del paesaggio e della vita dei cittadini. Il seminario intende approfondire tale tematica, con particolare riferimento all’accoglienza turistica e attraverso l’illustrazione di casi concreti, per mostrare come le imprese vitivinicole possano essere protagoniste degli “smart land” facendo un uso responsabile delle nuove tecnologie, e coniugando l’innovazione con l’ospitalità che è propria dei contesti rurali. Sicuramente una tematica importante per riflettere sulle progettazioni future in un territorio, come quello sannita, che si caratterizza come una delle zone emergenti anche dal punto di vista dell’offerta turistica nell’ambito della Penisola vitivinicola.

L’evento del 15 ottobre, che si aprirà con i saluti del sindaco di Torrecuso, Erasmo Cutillo, prevede gli interventi di Roberto Formato (Formez PA) sul tema ‘Il nuovo paradigma: dalle smart city agli smart land’, di Fausto Faggioli (Fattorie Faggioli, Civitella di Romagna) sull’esperienza ‘Costruire una smart land per il 2020’, Laura Aversa (Coopculture, Roma) sull’argomento ‘Esperienze di social media e visita alle cantine’, di Laila Bauleo (presidente Artes Srl, Roma) che relazionerà ‘Turismo lento e cantine. Itinerariwine & bike” in Umbria e Toscana’, di Stefano Poeta (consulente Università Sapori, Perugia) che chiuderà con ‘L’accoglienza diffusa nei territori del vino’. Seguirà spazio per la discussione e la riflessione.

Lascia un commento

Archiviato in Altro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...