AGLIANICO U’BARONE

 

vino u barone

 

 

 

 

Riprendiamo dopo un pò di tempo le degustazioni dei vini del nostro territorio, Sannita ed Irpino; una Cantina emergente, Torre a Oriente, situata alle falde del Taburno, nel comune di Torrecuso. Produzione di uva ed olio da sempre, con Patrizia Iannella (ultima generazione) la proprietà diventa, nel 2002, una vera Azienda, efficiente e moderna ma con un’occhio sempre rivolto alle tradizioni e al territorio di appartenenza. Vengono ristrutturati i vigneti, si passa dall’allevamento intensivo della vite, sistemata a “tendone”, ad una coltura di qualità fatta di rese basse assicurate dai sistemi a “spalliera”, cordone speronato e guyot. Questo ha garantito all’Azienda di rientrare nei disciplinari di produzione della Docg  Aglianico del Taburno, della Doc Falanghina del Sannio e dell’ Igt Beneventano. Altra data fondamentale nella definizione della struttura aziendale è il 2013, Patrizia sposa Giorgio (Gentilcore, il cognome è tutto un programma!) che porta in “dote” alcuni ettari di terreno del Fortore (comune di Molinara) coltivati a oliveti (ottimo l’Ortice), cereali e soprattutto legumi: cicerchia nana, fagiolo occhiato, fagiolo bianco di Montefalcone, cece biondo, cece nero, ecc….coltivati secondo i dettami previsti dal metodo di “coltivazione biologica” cioè in pieno campo senza forzature produttive e senza uso di prodotti chimici. Da questa unione/fusione nasce un’Azienda di circa 23 ettari dalle grandi potenzialità, in parte già espresse, come il vino che vado a descrivere, U’ Barone 2009, Aglianico del Taburno            Ho degustato questo vino in occasione di Vinalia 2014 a Guardia Sanframondi, dove ho gestito un banco di assaggi vino, come Sommelier Ais. Questo Aglianico ha avuto un riscontro notevole presso gli “enoappassionati”che hanno partecipato, numerosi, all’evento.Il vino  va oltre  il disciplinare previsto per la tipologia, infatti l’azienda, deliberatamente non esce con il prodotto dopo 2 anni (di cui 12 mesi in  barrique) ma aspetta altri 2 anni ( in acciaio/bottiglia) a favorirne l’evoluzione/maturazione/affinamento; ne deriva un vino che si apprezza immediatamente, evitando quel tannino ruvido che caratterizza tanti aglianici,messi in commercio rapidamente per ragioni economiche, creando nel consumatore disagio nella valutazione: sarà un vino pronto o ancora giovane? Quando dovrò aspettare per degustarlo al meglio?

Con il Vino di Patrizia (e Giorgio!) non ci sono dubbi è già un ottimo vino da subito, e berlo ancora al meglio per qualche anno.

Appare di colore rosso rubino vivo, quindi vino che denota gioventù con una buona acidità; all’olfatto aromi intensi, stratificati, note di tabacco dolce, humus e funghi, rosa appassita e rabarbaro, piccoli frutti rossi. E’ all’esame gustativo che il vino gioca le sue carte migliori: grande equilibrio, acidità evidente che bilancia i morbidi e dolci tannini, grande pulizia, struttura importante e molto elegante, frutta rossa ancora fresca, liquirizia dolce, note di pepe, cioccolato, vaniglia. Chapeau!

Abbinamenti: Pranzo domenicale campano, ragù con costine di maiale (tracchie)-agnello alla   brace, anche con piatti più eleganti come un brasato all’aglianico o su caciocavalli e pecorini stagionati.

Punteggio  87/100

Prezzo in enoteca: 11-12 euro

u 'barone

 

 

 

 

 

 

P.S. Qualche enolettore mi chiedeva la reperibilità di questo vino, ebbene nel nostro territorio  non avendo, praticamente, enoteche risulta estremamente difficile trovarlo, quindi l’invito è di andare direttamente in azienda,  dove apprezzerete la grande disponibilità e affabilità di Giorgio e Patrizia. A quando una Enoteca Provinciale che accolga tutti i vini prodotti dalle nostre cantine Sannite, dove si possa degustare e acquistare qualsiasi vino, dove tutti i vini abbiano la stessa visibilità e le stesse opportunità a prescindere dalla singola forza commerciale, dove sarà il singolo consumatore a decidere cosa degustare e casa acquistare?

Provocazione rivolta a Camera del Commercio, Provincia di Benevento (non sono state soppresse anzi si voterà a breve per il rinnovo!), Sannio Consorzio Tutela Vini, Coldiretti, Cia, ecc…………………

Indirizzo Azienda Torre a Oriente

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Il vino del mese

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...