Prevenire il Diritto di Prelazione

terrenoIn caso di compravendita di un fondo agricolo in cui vi sia un affittuario con un contratto agricolo oppure dei confinanti coltivatori diretti, bisogna considerare che entro un anno dalla trascrizione, nei registri immobiliari, dell’atto di vendita, i soggetti sopra indicati possono esercitare il Diritto di Riscatto (o prelazione) alla somma indicata nello strumento.

Contromisure: Il venditore invia una notifica ai confinanti e all’affittuario (se esiste), in cui si specifica l’intenzione di alienare il fondo agricolo ad un prezzo già pattuito con il potenziale acquirente che andrà nominato; in questo caso i termini per esercitare il Diritto di Prelazione si riducono a trenta giorni dalla notifica, chiaramente se uno dei soggetti lo esercita, la trattativa si tronca anche in presenza di un rilancio dell’ offerta.

Esiste un’altra possibilità: Il proprietario si fa sottoscrivere una rinuncia all’acquisto dai soggetti che potrebbero esercitare il diritto, specificando, nella dichiarazione, la somma prevista dalla compravendita e gli estremi dell’eventuale acquirente.

Lascia un commento

Archiviato in Altro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...