Passito di Falanghina

Una giovane cantina, Azienda Agricola Terra di Briganti, creata da due fratelli Tony e Romeo De Cicco che continuano la tradizione familiare fatta di sola produzione di uve e che oggi diventa anche produzione di vino.

L’azienda sorge sulle colline di Casalduni a circa 350 metri sul livello del mare su terreni di medio impasto che ben si adattano alla coltivazione di uva. Contribuisce al progetto l’enologo Roberto Mazzer.

La loro produzione consiste in: Doc Sannio Aglianico, vino fatto con vitigno 100% aglianico, vinificazione e poi passaggio in legno per una parte, permanenza in acciao per la restante parte.

Segue assemblaggio e affinamento in bottiglia. Grado alcolico 13°

Un Crù, Martummè, Aglianico 100%, con rese un po’ più basse del precedente e passaggio in legno di tutta la massa per 6 mesi. Gradazione alcolica 13,5°.

Falanghina Sannio Doc, vitigno Falanghina 100% , solo acciaio. G.A. 13°

Passito Falanghina: è il vino che ho degustato, prodotto molto interessante, l’uva viene raccolta a fine settembre, posta ad appassire su graticci di legno in locali arieggiati ad evitare muffe.

A dicembre si esegue una pigiatura soffice, il mosto ottenuto viene messo a fermentare per un mese in botti di legno, cui segue un affinamento in acciaio e poi in bottiglia.

Risulta un vino dai profumi molto spiccati di albicocca secca, the’, miele, zafferano, confermati al gusto con note spiccate anche di datteri e uva sultanina.

Buona acidità che sostiene molto bene l’alto residuo zuccherino, ad evitarne il carattere stucchevole.

Attenzione agli abbinamenti, io sono stato sfortunato perchè me lo hanno proposto in abbinamento ad una millefoglie con mousse di frutti di bosco (da Moscato Rosa); io proporrei di abbinarlo a formaggi erborinati, castelmagno e gorgonzola di media stagionatura o un parmiggiano reggiano di 42 mesi e oltre( provare per credere ), la bella acidità e l’alcool lasciano una bocca perfettamente pulita al punto che è fatto divieto di lavarsi i denti. Eviterei i dolci con creme, al più pasticceria secca: quaresimali-cantucci, lingue di gatto.

Alcool 15°

Temperatura di  Servizio 10°

Prezzo in enoteca 15-18 euro.

Lascia un commento

Archiviato in Il vino del mese

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...